Aggiornamento a wordpress 5,5

Aggiornamenti automatici

WordPress supporta da tempo gli aggiornamenti automatici, ma da WordPress 5.5 è possibile anche aggiornare automaticamente temi e plugin.
Esistono già diversi plugin che aggiungono questa funzione, ma con questa novità WordPress rende disponibile questa opzione nativamente, cioè senza richiedere l’installazione di plugin aggiuntivi.
Praticamente come in questa immagine si può aggiornare un plugin automaticamente sempre.

aggiornamenti automatici plugin

Noi pensiamo che i piccoli siti WordPress con pochi plugin e personalizzazioni gli aggiornamenti automatici saranno una ottima cosa. Aiuteranno a tenere i siti sicuri installando gli aggiornamenti appena sono disponibili.

Per siti più complessi tipo e-commerce e siti critici con temi vecchi non aggiornabili insomma con qualche fragilità all’interno di essi è un azzardo fare gli aggiornamenti automatici e si può andare incontro a qualche disastro web. Abbiamo aggiornato 27 siti a wordpress 5,5 e due di questi si presentano in bianco, praticamente pagina bianca. Abbiamo dovuto rimettere la versione antecedente di wordpress per farli funzionare. Secondo noi perchè un tema era molto vecchio e non aggiornabile e un altro un sito di giochi che non caricava più i giochi. Due siti su 27 sono una bella percentuale.
Non capita raramente che un plugin o un tema non funzioni bene quando un aggiornamento introduce un cambiamento importante.

Ce ne siamo accorti poichè abbiamo fatto tutto in modo manuale controllando di volta in volta che i siti funzionassero e quindi ci siamo accorti che due di questi siti non funzionavano più con la nuova versione di wordpress. Quindi il nostro consiglio è di usare questa funzione con molta attenzione, il problema grosso è che uno potrebbe non accorgersi subito che il sito non funziona più e quindi tra qualche tempo avere la brutta realtà davanti agli occhi e non sapere da quando è iniziato il problema!

Sitemap

WordPress nell’aggiornamento alla versione wordpress 5,5 ha rilasciato una nuova funzione che sarà la sitemap che si genera senza plugin.
Innanzitutto, l’indirizzo predefinito per la mappa del sito di WordPress sarà:

/wp-sitemap.xml

In secondo luogo, la mappa del sito sarà in grado di ospitare un numero incredibile di pagine web.”L’indice Sitemap può contenere un massimo di 50000 Sitemap e una singola Sitemap può contenere un massimo (filtrabile) di 2000 voci.”

A meno che la mia matematica non sia sbagliata, sono cento milioni di pagine.

WordPress sarà in grado di gestire tutte le pagine web rivolte al pubblico:

“Per impostazione predefinita, le Sitemap vengono create per tutti i tipi di post e tassonomie pubblici e interrogabili pubblicamente, nonché per gli archivi degli autori e, naturalmente, per la home page del sito.”

Il file robots.txt generato automaticamente da WordPress farà riferimento alla mappa del sito XML generata da WordPress. Non sarà necessario aggiungerlo manualmente al file robots.txt.

Altra funzione nativa aggiunta: Lazy Load

Il lazy load (caricamento differito) è una tecnica di ottimizzazione tramite la quale vengono caricati i contenuti visibili, ma viene ritardato il download e il rendering dei contenuti che appaiono nella parte non visibile della pagina (“below the fold“). È quel genere di cose per le quali Google si entusiasma, ed è una tecnica da prendere in considerazione se i vostri post e le vostre pagine incorporano molti video e immagini ad alta risoluzione.
Il risultato finale è che le immagini non vengono scaricate e i video non vengono caricati finché non sono realmente necessari. Ciò può apportare un significativo miglioramento alle prestazioni per i siti che incorporano molti video e molte immagini ad alta risoluzione.

lazy load wordpress

Il lazy load può avere un notevole impatto sulla velocità del sito se utilizzate molte immagini.

Il lazy load nativo di WordPress sfrutta il nuovo attributo “loading” sul tag “img” supportato dai browser come Chrome ed Edge.
Questo nuovo standard utilizza le funzionalità dei browser e rispetto a JavaScript è più performante.

I plugin e temi che includono lazy load devono aggiornarsi per rendersi compatibili con questa novità.

Editor Gutenberg aggiornato

Il mitico quanto contestato editor visuale a blocchi Gutenberg è aggiornato alla versione 8.4.
Anche se a qualcuno non piace proprio Gutemberg è il futuro di WordPress quindi ti consigliamo di farne conoscenza.

Questo aggiornamento porta una serie di miglioramenti all’editing delle immagini, controlli multi-blocco, integrazione con la directory dei blocchi, insieme a ovviamente correzioni di bug.

Aggornamento dei plugin caricando un file zip

Questa è invece una novità che aiuta chi lavora con wordpress da tempo. Finalmente si può aggiornare un plugin caricando un file .zip direttamente dalla Dashboard.

In passato ciò non era possibile, e generava l’errore:

Error:Installazione fallita: La directory di destinazione esiste già.

Ora invece WordPress gentilmente mostra un messaggio di conferma positivo.

Aggiornamento di jQuery

Finalmente WordPress ha aggiornato la libreria jQuery, che al momento è vecchia di anni e ha qualche problema di sicurezza.
Di tutte le novità di WordPress 5.5, questa è quella che ci ha preoccupato di più perché jQuery è usato da tantissimi plugin e temi. Come dicevamo all’inizio dell’articolo due tra ventisette siti non funzionano più con wordpress 5,5.

Fortunatamente il team di WordPress ha deciso di andare per gradi con aggiornamenti minori che saranno nelle versioni di WordPress 5.5, 5.6 e 5.7.
Se un sito non è più visibile o ha problemi di funzionamento la responsabilità è dell’aggiornamento a JQuery!

Questo è per dare agli sviluppatori il tempo di aggiornare temi e plugin ed assicurarsi che la transizione avvenga senza intoppi.

Come aggiornare wordpress in questo contesto?

aggiornamento wordpress

Oltre alle grosse novità elencate ce ne sono tante altre che vanno da miglioramenti all’accessibilità, modifiche per sviluppatori e fix di sicurezza.

Noi consigliamo sempre di aggiornare all’ultima versione disponibile, tuttavia quando ci sono ‘versioni importanti’ con così tante novità che in genere corrispondon a “update major” raccomandiamo di aspettare qualche settimana: con tutta probabilità verrà rilasciata una versione 5.5.1 che correggerà qualche bug sfuggito ai test del team WordPress.

In questo modo avrai evitato anche di rovinarti le vacanze! Inoltre proverei a fare gli aggiornamenti con i dovuti backup e fare verifiche del funzionamento del sito sia quando si aggiornano i plugin e dopo fare altre verifiche di funzionamento quando si aggiorna wordpress. In questo caso niente di automatico!

Se hai domande o hai bisogno di aiuto per aggiornare il tuo sito, puoi iscriverti a uno dei nostri piani di manutenzione e faremo in modo che il tuo sito sia sempre sicuro e funzionante.

Mi chiamo Antonio Piemontese, mi occupo di realizzare siti web, SEO, insegnamento wordpress e sicurezza in ambito WordPress. Ho iniziato qualche anno fa con dreamweaver, poi ho proseguito con Joomla fino ad arrivare a wordpress. Aiuto piccole aziende e professionisti a sfruttare WordPress per comunicare, fare business, trovare nuovi clienti e rendere i loro siti sicuri e aggiornati.

assistenza wordpress
assistenza wordpress

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione. Puoi cliccare su abilita per acconsentire ai cookie. Per maggiori informazioni invitiamo a leggere la  Cookie policy